19 maggio 2014

Lavorare come social media manager


Parlare di figure professionali come il social media manager fa venire in mente persone che passano tutto il proprio orario lavorativo sui social network (come Google +, Facebook, Twitter, Instagram, ecc.) ed in automatico colleghiamo a tutto questo una sola parola: "cazzeggio". Si perchè è idea comune che passare il tempo sui social equivalga a perder tempo. Ecco, ora andatelo a dire a tutti quei professionisti che di questo nuovo modo di fare marketing, ne hanno fatto una vera e propria professione, oltre alla loro fortuna! Figure come il social media specialist e il comunity manager si occupano infatti di gestire la promozione di attività commerciali su questi nuovi canali virtuali.

Dopo aver ricevuto una dovuta formazione sull'argomento, sono proprio i nostri clienti ad occuparsi della promozione della loro attività online, e la domanda che maggiormente ci fanno è: "Quanto tempo al giorno devo dedicare ai social network?"


Tempo fa Dendritepark.com ci ha fornito dei suggerimenti utili su come, impegnando un ora al giorno del nostro tempo, render più efficaci le nostre azioni di social media marketing; eccole di seguito riproposte ed aggiornate, secondo la nostra personale esperienza nel campo!

- Content curation: l'abbiamo sempre detto, ed oramai lo sanno pure le pietre, ma è sempre giusto ribadire che i nostri contenuti devono essere originali e, dove possibile, tali da suscitare interesse e curiosità agli utenti.

- Blog: scrivere è una professione, e richiede ricerca, dispendio di tempo e di energie, ma alla lunga, avere un mezzo dove condividere contenuti è sicuramente una delle vie più efficaci per creare engagement.

- Facebook: il social network più famoso dell'universo è un potenziale enorme. ma è bene non farsi prendere la mano. Ideale sarebbe aggiornare il proprio status un paio di volte al giorno e commentare i post più seguiti dagli influencer del settore che ci interessa.

- Twitter: pochi ma buoni, ovvero, invece di esser follower di millemilapersone, seguitene pochi, ma  che siano quelli che davvero scrivono in modo originale e interessante. Inoltre, è cosa buona condividere i contenuti completi di hashtag per meglio veicolare i vostri messaggi.

- Google+: è il miglior modo di veicolare i nostri contenuti; il social del più grande motore di ricerca mondiale permette ai nostri post di venire meglio indicizzati proprio nel motore di ricerca e di non relegarli al solo social network. Inoltre, attraverso le community e le cerchie, la diffusione diventa esponenziale; ovviamente, come in tutti i social network, uno dei consigli fondamentali che vi diamo è quello di interagire e commentare con gli altri per creare interazione.

- Instagram: sull'onda del "anche l'occhio vuole la sua parte", il social di fotografie permette di avere un alto valore di engagement con gli utenti, creare hashtag consente di restringere il cerchio e renderci maggiormente appetibili attraverso le foto dei nostri prodotti, del nostro staff e dei nostri servizi. Ovviamente le foto vanno un minimo ragionate e pensate, ma, l'utilizzo di Instagram può davvero veicolare molti utenti verso la nostra attività.

- Linkedin: la professionalità è forte in questo social, e permette di connettersi, oltre che con professionisti anche con aziende e community. Potete sfruttare questo canale per dare il vostro parere su un topic, in modo da fare anche Personal Branding e farvi conoscere a livello professionale.


- Social bookmarking: gli aggregatori di notizie o le piattaforme in cui condividere i  contenuti (StumbleUpone, OkNotizie, etc.) vanno sfruttati al massimo perchè possono aumentare la nostra visibilità in modo esponenziale!

- Analytics: i numeri contano, e contano a maggior ragione in un'ottica in cui è molto prezioso capire che traffico passa sui nostri contenuti, sulle nostre foto e sulle nostre notizie, quali sono quelli che riscuotono maggior successo, quali vengono condivise; un attenta anlisi alle statistiche può indicarci molto su come direzionare la nostra comunicazione e renderla adatta al nostro target.


Ecco qui, dopo questi consigli, un pò di pratica, quanto vi sentite pronti a lavorare come social media manager?


Aggiungici |  Mail: info@e-deaimage.com






0 commenti:

Posta un commento